raster e taglio laser

 

 

Come funziona:
L’incisione raster è il processo standard per l’incisione laser. Il raggio laser riscalda intensamente il materiale di supporto e, a seconda del tempo di esposizione, ne cambia il colore creando contrasto, lo fonde o lo vaporizza. Partendo dai pixel del file raster, questa tecnica permette alla macchina di incidere l’immagine punto per punto. Come l’inchiostro viene applicato su una superficie, così questa tecnica permette al laser di rimuovere pixel per pixel il supporto.

Vantaggi:
L’incisione laser è permanente e molto resistente all’abrasione. Poiché la lavorazione avviene senza contatto, non produce schegge ed evita il rischio di danneggiamento del supporto. La lavorazione senza contatto con il materiale effettuata con il laser elimina anche i costi di taglierine e trapani. La produzione di pezzi unici, così come quella di piccole o grandi serie, avviene quindi a costi contenuti. Nella maggior parte dei casi questa tecnica di taglio esclude la necessità di eseguire lavorazioni successive. Indicata per sigillare i bordi dei tessuti e, a seconda del tipo di materiale lavorato, rendere superflui trattamenti successivi come la saldatura meccanica, la sabbiatura o la lucidatura.

Applicazioni:
L’incisione raster è il metodo migliore per grandi superfici o per l’incisione di legno, vetro, MDF, tessuti, pelle, cartone, carta, laminati, metalli: nessun’altra tecnologia consente di tagliare così tanti tipi di materiali organici e inorganici diversi. Si predilige anche per stampigliature, finiture sulla carta, nella stampa di prodotti promozionali e di insegne, per personalizzare premi e trofei, nell’artigianato e nella regalistica. In pratica è possibile incidere e marcare al laser tutto quello che si può disegnare.

Macchinari:

  • 1 Laser Cutter a Co2 con una potenza di 260w e area di lavoro da 100×160 cm.